COLLEGAMENTO ALLA FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE COLLEGAMENTO ALL'UNIVERSITA' DEL PIEMONTE ORIENTALE  - AMEDEO AVOGADRO

In seguito alla legge Gelmini, dal 01/01/2012 la Facoltà di Scienze Politiche è diventata parte del DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI (http://www.digspes.unipmn.it)
Stiamo provvedendo a trasferire i contenuti di questo sito su quello del Dipartimento.


L'OFFERTA FORMATIVA PER L'A.A. 2012/2013 SI TROVA SUL SITO DEL DIPARTIMENTO: http://www.digspes.unipmn.it/offerta_formativa.php

CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

Classe delle Lauree in Scienze del Servizio Sociale (Classe 6)

Sedi didattiche del Corso di Laurea: Asti

Coordinatore del Corso di Laurea: Elena Allegri

Responsabile di Sede del Corso di Laurea: Prof. Daniele Scarscelli



ULTIMI AVVISI


ORARIO I SEMESTRE

ORARIO II SEMESTRE

APPELLI

RICEVIMENTO DOCENTI E PERSONALE

GUIDA CORSI E PROGRAMMI





Altre informazioni utili




OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI

Nel quadro degli obiettivi qualificanti previsti dalla legge, i laureati del Corso di Laurea in Servizio Sociale devono:

Inoltre il Corso di Laurea in Servizio Sociale prevede che gli studenti raggiungano i seguenti obiettivi specifici: La Laurea in Servizio Sociale è particolarmente indicata per coloro che intendono svolgere la professione di Assistente Sociale; inoltre per chi intende proseguire gli studi con la laurea Magistrale e per chi è interessato all'attività di ricerca.

PIANO DI STUDIO

Anno di corso Articolazione del Piano di Studi per Anni di Corso CFU per singolo insegnamentoTot. CFU per anno di corso
I Diritto pubblico (a)6 61
Economia politica (a)6
Sociologia (a)9
Diritto privato (b)6
Idoneità linguistica - inglese oppure Seconda lingua straniera - francese (e)3
A scelta dello studente** (d)3
Stage/tirocinio o laboratori (f)1
Metodologia delle scienze sociali (a)9
Psicologia dello sviluppo (b)6
Principi e fondamenti del Servizio Sociale (b)6
Sociologia della famiglia (b)6
II Metodi e tecniche del Servizio Sociale I (b)7 59
Sociologia dell'organizzazione (b)8
Organizzazione del Servizio Sociale (b)9
Politica sociale (b)6
Aspetti normativi delle politiche sociali (b)3
Psicologia sociale (b)9
Diritto amministrativo (b)6
Stage/tirocinio o laboratori (f)5
A scelta dello studente** (d)4
Abilità informatiche (f)2
III Sociologia della devianza (b)6 60
Metodi e tecniche del Servizio Sociale II (b)6
Relazioni etniche (c)8
Psicologia clinica (c)6
Diritto penale (b)6
Medicina sociale (c)8
Stage/tirocinio o laboratori(f)12
A scelta dello studente** (d)2
Prova finale (e)6
Totale180

Legenda: (a) = attività formativa di base; (b) = attività formativa caratterizzante; (c) = attività formativa affine o integrativa; (d) = attività a scelta dello studente; (e) = per la prova finale e per la lingua straniera; (f) = attività ulteriori altre conoscenze linguistiche, abilità informatiche e relazionali, tirocini e laboratori ecc. ;
** È vivamente consigliato conseguire questi crediti a scelta in attività di laboratorio, salva restando la libertà di scelta dello studente tra tutte le attività didattiche universitarie. Tra i laboratori attivati, grazie anche al finanziamento regionale, vanno segnalate attività formative sulla scrittura e sulla progettazione, sulle dinamiche di gruppo e la relazione professionale, sulle relazioni etniche.

ACCESSO AL CORSO

L'accesso al corso richiede che lo studente abbia raggiunto gli obiettivi didattici previsti dalla scuola media superiore in cui ha conseguito la maturità.
È previsto un test obbligatorio di verifica delle abilità di comprensione di un testo di scrittura, per tutte le matricole. La prova, che non è un test di ammissione, è volta ad accertare eventuali debiti formativi, che andranno colmati, nel campo della comprensione.
I crediti dell'idoneità di italiano si ottengono superando i test di accesso. La Facoltà organizza corsi di recupero rivolti agli studenti che non risultino sufficienti alla prova di accesso, al termine dei quali si svolgono ulteriori test di verifica.

PROPEDEUTICITÀ

La tabella che segue contiene le indicazioni delle propedeuticità tra gli insegnamenti e lo stage/tirocinio dei vari anni. Quando un insegnamento è propedeutico ad un altro insegnamento, si intende che il primo va sostenuto con successo prima di sostenere l'esame del secondo.
Tabella - Propedeuticità tra gli insegnamenti e lo stage/tirocinio del Corso di Laurea.

L'insegnamentoè propedeutico a
SociologiaSociologia della famiglia, Sociologia della devianza, Sociologia dell'organizzazione
Diritto pubblicoDiritto amministrativo, Diritto penale
Principi e fondamenti del Servizio SocialeMetodi e tecniche del Servizio Sociale, Organizzazione del Servizio Sociale
Metodi e tecniche del Servizio Sociale IMetodi e tecniche del servizio sociale II
Stage/tirocinio I° anno (1cf.= 25 ore) + esito positivo prova intermedia di Metodi e tecniche del servizio sociale IStage/tirocinio del II° anno
Stage/tirocinio del II° anno (5 cf =125 ore.) + esito positivo prova intermedia di Metodi e tecniche del servizio sociale IIStage/tirocinio del III° anno (12 cf.= 300 ore)
Psicologia dello sviluppoPsicologia sociale, Psicologia clinica

Gli studenti devono rispettare rigorosamente le propedeuticità sopra indicate a pena dell'impossibilità tecnica di registrare l'esame nella carriera degli stessi.

PIANI DI STUDIO INDIVIDUALI

Eventuali deroghe dall'elenco degli insegnamenti, dalle propedeuticità e dall'ordine per anno di corso previsti dal Piano di Studi devono essere approvate dalla Commissione didattica o dal Coordinatore del curriculum, sulla base di una richiesta scritta dello studente, motivata da specifiche esigenze di carattere culturale o professionale. Tali Piani di studio individuali devono comunque (1) rispettare il vincolo dei 180 crediti complessivi e (2) essere coerenti con il Regolamento didattico di Ateneo (Ordinamento) approvato dal CUN.

CREDITI A SCELTA DELLO STUDENTE

I crediti "a scelta dello studente" sono utili per personalizzare il Piano di studi, approfondendo argomenti ritenuti di particolare interesse o rendendo più interdisciplinare il proprio percorso formativo. I crediti "a scelta dello studente" possono essere conseguiti sostenendo esami relativi a discipline elencate in calce al Piano di studi. Se lo studente intende conseguire in parte o in toto i crediti a scelta sostenendo esami non compresi nell'elenco proposto in calce al Piano di studi del curriculum deve ottenere l'autorizzazione scritta del Coordinatore del curriculum.
I crediti a scelta, oltre che sostenendo il numero di esami necessario per raggiungere il monte crediti a scelta (18 cfu), possono essere ottenuti anche con altre attività formative approvate dalla Commissione didattica o dal Coordinatore del curriculum. In tal caso la media finale dei voti potrà essere calcolata senza tener conto di tali attività.

ESAMI E MEDIA DEI VOTI

La valutazione dell'apprendimento degli studenti avviene mediante esami orali o prove scritte o una combinazione delle due forme. Per favorire la regolarità del corso di studi gli studenti sono invitati a sostenere gli esami nella sessione d'esame a fine di ogni semestre.
Prima di ogni sessione gli studenti devono iscriversi agli esami che intendono sostenere. Attualmente l'iscrizione avviene su appositi moduli.
In caso di rinuncia gli studenti devono avvisare le sedi didattiche tassativamente entro 48 ore prima della data dell'esame.
Per esami che si svolgono in forma orale il voto viene apposto sul registro d'esame e sul libretto alla conclusione dell'esame stesso. Quando gli esami si svolgono in forma scritta (il cui esito viene inserito on line in forma anonima ma riconoscibile) la registrazione del voto d'esame avviene in una data stabilita dal docente.
Gli studenti impossibilitati a presentarsi alla data fissata dal docente per la registrazione sono tenuti a presentarsi al primo appello d'esame successivo previsto nel calendario ufficiale della Facoltà.
Il voto di esame scritto ha validità di nove mesi. Pertanto lo studente che non provvede alla registrazione sul libretto entro tale periodo dovrà sostenerlo nuovamente.

Prove intermedie
Gli esami che danno luogo a più di 6 crediti prevedono una prova intermedia, che si svolge secondo le modalità definite dai singoli docenti dei corsi, sulla base di un calendario pubblicato agli inizi del relativo semestre. Per i corsi con un numero di crediti pari o inferiore a 6 i docenti comunicheranno l'eventuale presenza di una prova intermedia all'inizio delle lezioni.
Gli esami intermedi sono aperti e consigliati a tutti gli studenti, a prescindere dalla loro regolare frequenza alle lezioni.
Gli esiti delle prove intermedie sono consultabili on line in forma anonima, ma riconoscibile.
Il voto conseguito nella prova intermedia concorre alla formazione della votazione dell'esame che si svolgerà alla fine del corso. Tale voto complessivo è riportato sul Registro d'esame e sul Libretto dello studente.
Gli studenti che non partecipano alla prova intermedia o non ottengono esito positivo devono sostenere l'esame sull'intero programma. Gli studenti possono decidere di sostenere l'esame sull'intero programma anche se hanno sostenuto la prova intermedia con un esito positivo da loro ritenuto non soddisfacente.
Per tutti gli insegnamenti e per la prova finale il voto è espresso in trentesimi. L'idoneità informatica (2 crediti), le attività a scelta dello studente, i laboratori (9 crediti), i tirocini (18 crediti) e l'idoneità linguistica (3 crediti) sono valutati come semplici idoneità e non vengono inclusi nella media dei voti. La media finale dei voti sarà quindi calcolata sulla base di 148 crediti: a ciascun voto espresso in trentesimi sarà dato un peso corrispondente al numero dei crediti previsti per l'insegnamento diviso per 148.
La valutazione dello stage/tirocinio, espressa in termini di idoneità o non idoneità, è a cura del docente di Principi e fondamenti del Servizio Sociale per il primo anno e del docente di Metodi e Tecniche del Servizio Sociale I e II rispettivamente per il secondo ed il terzo anno, tenuto conto delle proposte valutative dei supervisori dello stage/tirocinio.
La valutazione (idoneità) delle attività di laboratorio è a cura del docente che segue tali attività.

Percorsi differenziati
L'organizzazione dell'attività didattica è stata disegnata in modo da permettere agli studenti di frequentare con assiduità tutti i corsi impartiti e di sostenere gli esami alle scadenze previste. Per consentire una certa flessibilità si è però stabilito che gli studenti abbiano l'opportunità di sostenere, nel corso della loro carriera, alcuni esami al di fuori delle date ufficiali degli appelli, in sessioni denominate "Percorsi differenziati". Ogni studente ha la possibilità di sostenere nei "Percorsi differenziati" l'esame di una sola delle materie previste dal Piano di Studio per ogni anno di iscrizione. Ciò significa che, per esempio, l'esame di Diritto pubblico, relativo al primo anno, può essere sostenuto nei "Percorsi differenziati" oltre che durante il primo anno anche durante il secondo o il terzo. Ma, se uno studente decide di non usare i "Percorsi differenziati" per gli esami del primo anno, negli anni successivi potrà sostenere solo due esami avvalendosi dei "Percorsi differenziati" (uno per i corsi del secondo anno e uno per i corsi del terzo anno).
Inoltre, poiché le limitazioni introdotte hanno lo scopo di aiutare gli studenti a recuperare piccoli ritardi senza creare disordine nella regolare frequenza didattica, dopo la fine delle lezioni del secondo semestre dell'ultimo anno, è possibile ricorrere ai "Percorsi differenziati" senza limitazioni.
La data del "Percorso differenziato" va concordato con le tutor di sede didattiche che contatteranno il docente della materia d'esame.
La registrazione va fatta al momento dell'esame qualunque ne sia l'esito. È dunque vietata la ripetizione dell'esame in forma di "Percorso differenziato" in caso di esito non positivo. La rinuncia ad una richiesta di percorso differenziato deve essere comunicata dallo studente almeno 48 ore prima della data dell'appello concordato; nel caso lo studente non rinunci, il percorso differenziato deve essere registrato sul libretto in ogni caso (esame sostenuto o non sostenuto). Si ribadisce inoltre che la regola vale anche per gli studenti fuori corso e che la responsabilità per l'applicazione di questa regola è del docente, che, quando sia organizzativamente possibile, sarà coadiuvato dal personale di segreteria e dalle tutor organizzative di sede didattica.

FREQUENZA

L'attestazione di frequenza dei Corsi non è obbligatoria. La Commissione Didattica del Corso di Laurea promuove forme di integrazione della didattica, mediante tutoraggi, percorsi di studio guidati e diffusione di materiale didattico in formato elettronico. Gli esami intermedi, sono accessibili e consigliati a tutti gli studenti a prescindere dalla loro effettiva precedente frequenza.
Le attività di stage/tirocinio prevedono la frequenza obbligatoria e verranno svolte presso servizi di carattere sociale pubblici e privati con i quali l'Università stipula apposita convenzione. Lo stage/tirocinio sarà accompagnato da un assistente sociale del servizio stesso con funzioni di tutor esterno-supervisore.

PROVA FINALE

(vedi pag. 47 della guida dello studente)
La Prova Finale consiste in un elaborato scritto su una tematica attinente al Curriculum del Corso di Laurea. L'attribuzione di 6 crediti alla prova finale comporta un impegno complessivo minimo nella redazione dell'elaborato di 150 ore.
La redazione dell'elaborato, denominato prova finale, avviene con la supervisione di un docente del Corso di Laurea. La prova finale potrà essere connessa allo svolgimento di uno stage/tirocinio, nel qual caso l'argomento dell'elaborato andrà concordato con il docente relatore prima o all'inizio dello stage/tirocinio stesso.
Lo studente dovrà consegnare un apposito modulo di domanda con l'indicazione e la firma del "docente relatore" presso la Segreteria studenti di Alessandria o di Novara contenente il titolo e una breve descrizione del contenuto dell'elaborato.
Tale documento certifica che la data prevista per la laurea sia realistica in base ai crediti acquisiti in quel momento dallo studente e allo stato di avanzamento dell'elaborato finale.
Devono intercorrere almeno due mesi tra la consegna del titolo e la consegna dell'elaborato.
La prova finale è valutata da una apposita commissione nominata dal Preside su proposta della Commissione Didattica del Corso di Laurea.
Gli studenti devono presentare la domanda di laurea due mesi prima della data prevista per la proclamazione. Contestualmente alla domanda, da ritirarsi presso la Segreteria Studenti, devono essere presentati il modulo con il titolo dell'elaborato firmato dal docente relatore e la dichiarazione per Alma Laurea.
Inoltre, gli studenti della sede didattica di Asti devono consegnare in Segreteria di Presidenza, quindi nella sede della Facoltà ad Alessandria, (Sig.ra Donatella Taverna) due copie degli elaborati per la Prova Finale sette giorni prima della data fissata per la discussione finale.
La Prova Finale è valutata in trentesimi da un'apposita Commissione, nominata dal Preside e composta dal docente relatore più altri due docenti o cultori della materia del Corso di Laurea.

CONFERIMENTO DELLA LAUREA

La Laurea si consegue dopo aver acquisito i 180 crediti previsti dall'Ordinamento, ivi compresi quelli assegnati alla Prova Finale.
La conclusione del percorso di studi avviene pertanto in due momenti:

  1. discussione dell'elaborato per la Prova Finale (con l'assegnazione della votazione dell'esame sul libretto);
  2. proclamazione ufficiale nella seduta di Laurea, con assegnazione della votazione complessiva in centodecimi e attribuzione del titolo.
Ulteriori indicazioni sono contenute nel "vademecum prova finale" reperite sul sito della Facoltà.

VOTO FINALE DI LAUREA

Il voto finale di laurea è calcolato moltiplicando la media dei voti per 3,9, arrotondando il risultato all'intero più vicino e con un massimo di 110. A coloro che completano i 180 crediti previsti entro il 30 settembre del terzo anno successivo all'anno di iscrizione sono attribuiti due punti addizionali. A coloro che completano i 180 crediti previsti entro il 28 febbraio del quarto anno successivo all'anno di iscrizione è attribuito un punto addizionale. La lode viene attribuita nel caso in cui lo studente mostri un curriculum universitario di eccellenza, certificato da apposita delibera della Commissione Didattica del Corso di Laurea.

STAGE/TIROCINIO

Il Corso di Laurea in Servizio Sociale include, tra gli obiettivi formativi qualificanti, anche attività orientate all'apprendimento delle capacità operative con l'obbligo di attività esterne come gli stage/ tirocini, anche all'estero.
L'offerta formativa prevede che lo stage/tirocinio professionale sia assunto come parte integrante e qualificante del percorso degli studenti con la seguente articolazione:

È prevista, inoltre, la possibilità di formulare per gli studenti del terzo corso un progetto di "tirocinio concertato" con il servizio, anche orientato alla prova finale del Corso di Laurea. In questo caso l'Ente diventa da un lato erogatore di formazione e dall'altro beneficiario dei risultati del progetto di tirocinio.
Per quanto riguarda la valutazione dello stage/tirocinio valgono le indicazioni espresse al Punto precedente "FREQUENZA".

Studenti
Matricole
Erasmus [English]
  Docenti
Personale TA
Biblioteche
  IFTS
Laureati e Diplomati
Summer School
Esami di Stato
 
ULTIMO MINUTO