COLLEGAMENTO ALLA FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE COLLEGAMENTO ALL'UNIVERSITA' DEL PIEMONTE ORIENTALE  - AMEDEO AVOGADRO

In seguito alla legge Gelmini, dal 01/01/2012 la Facoltà di Scienze Politiche è diventata parte del DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI (http://www.digspes.unipmn.it)
Stiamo provvedendo a trasferire i contenuti di questo sito su quello del Dipartimento.


L'OFFERTA FORMATIVA PER L'A.A. 2012/2013 SI TROVA SUL SITO DEL DIPARTIMENTO: http://www.digspes.unipmn.it/offerta_formativa.php


A.A. 2009/2010 --- Asti

Sociologia della famiglia


Codice GISS: NON COMUNICATO
Settore scientifico: sps/08
Corso di laureaIl corso si tiene a l'indirizzo: Area Fabrizio De André, 14100 Asti
Titolare del corso:
Crediti: 9
Ore: 60
Anno: 2
Semestre: 1
Organizzazione del corso: Lezioni, Esercitazioni
Modalità di frequenza: Consigliata

MATERIALE DIDATTICO: http://sp.dir.unipmn.it

[English] English Version

. Supporti alla didattica in uso alla docenza

Computer e supporti audiovisivi.

. Prerequisiti al corso

Per accedere all'esame di Sociologia della famiglia deve essere stato superato l'esame di Sociologia.

. Obiettivo del corso

Il corso ha come obiettivo l'acquisizione di strumenti per l'analisi sociologica delle relazioni familiari, di genere e di generazione. I confini variabili dei modelli di "normalità" e "diversità" familiari saranno discussi e messi a confronto con le conoscenze empiriche sui modi di fare famiglia, con l'obiettivo di sviluppare la capacità di leggere questi fenomeni attraverso dati secondari e di utilizzare e confrontare vari modelli di spiegazione dei mutamenti e dei conflitti familiari. Il corso si propone infine di fornire strumenti utili per esplorare il legami dei modelli e delle esperienze familiari con i contesti economici, giuridici e politici in cui si sono sviluppati.

. Competenze e conoscenze attese

Capacità di decostruzione degli stereotipi relativi alle relazioni familiari, di genere e di generazione.
Capacità di individuazione delle fonti, di raccolta e di lettura passiva dei dati, quantitativi e qualitativi, relativi a strutture e relazioni familiari.
Capacità di utilizzare e confrontare diversi modelli di spiegazione delle diversità, dei mutamenti e dei conflitti nelle relazioni familiari.
Capacità di individuare le relazioni tra modelli ed esperienze familiari ed i contesti economici, giuridici e politici in cui si sono sviluppati.

. Programma del corso

Dopo un inquadramento relativo alle definizioni edai principali approcci allo studio della famiglia, saranno approfondite le relazioni di genere e generazione, con attenzione alle interrelazioni tra definizioni istituzionali e pratiche sociali. La parte centrale del corso sarà dedicata ad esplorare la pluralità e il mutamento dei modi di fare famiglia ed i confini variabili dei modelli di "normalità" e "diversità" familiari (con particolare attenzione alruolodella dimensione di genere nella definizione di questi confini), in prospettiva storica e rispetto all'Italia ed all'Europa di oggi. Esperienze e modelli di famiglia saranno discussi nelle loro relazioni con il contesto economico, giuridico e politico in cui si sono sviluppati: ci soffermeremo in particolare sui modelli di relazioni familiari presupposti e promossi dalle politiche sociali in Italia.

. Bibliografia - Testi d'esame

1. Saraceno, Chiara e Naldini, Manuela, Sociologia della famiglia, Bologna, Il Mulino, 2007 (nuova edizione).

2. Un testo a scelta tra i seguenti:
a. Zanatta, Anna Laura, Le nuove famiglie, Bologna, Il Mulino, 2008 (nuova edizione).
oppure
b. Bertone, Chiara, Le omosessualità, Roma, Carocci, 2009.

3. Un testo a scelta tra i seguenti:
a. Saraceno, Chiara, Mutamenti della famiglia e politiche sociali in Italia, Bologna, Il Mulino, 2003. (capp. 2, 3 e 4).
oppure
b. Naldini, Manuela, Le politiche sociali in Europa, Bologna, Il Mulino, 2006.
oppure
c. Piccone Stella, Simonetta (a cura di) Tra un lavoro e l'altro, vita di coppia nell'Italia post-fordista, Roma, Carocci, 2007.
oppure
d. Balsamo, Franca, Famiglie di migranti, Roma, Carocci, 2003.
oppure
e. Zaltron, Francesca, Tra il dire e il fare. I genitori tra rappresentazioni educative e pratiche di cura, Roma, Donzelli, 2009.
oppure
f. Illouz, Eva, Intimità fredde. Le emozioni nella società dei consumi, Milano, Feltrinelli, 2007.

. Controllo dell'apprendimento

Si prevede di effettuare una prova intermedia in forma scritta, relativa ad una parte degli argomenti trattati nel manuale.

. Modalita' e descrizione della verifica

- Prove orali - Casi studio -

Per gli studenti non frequentanti, esame orale finale. Gli studenti frequentanti potranno sostituire il terzo testo d'esame con una relazione scritta, da concordare con la docente, basata sul materiale didattico che sarà utilizzato durante le lezioni.

Studenti
Matricole
Erasmus [English]
  Docenti
Personale TA
Biblioteche
  IFTS
Laureati e Diplomati
Summer School
Esami di Stato
 
ULTIMO MINUTO