COLLEGAMENTO ALLA FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE COLLEGAMENTO ALL'UNIVERSITA' DEL PIEMONTE ORIENTALE  - AMEDEO AVOGADRO

In seguito alla legge Gelmini, dal 01/01/2012 la Facoltà di Scienze Politiche è diventata parte del DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI (http://www.digspes.unipmn.it)
Stiamo provvedendo a trasferire i contenuti di questo sito su quello del Dipartimento.


L'OFFERTA FORMATIVA PER L'A.A. 2012/2013 SI TROVA SUL SITO DEL DIPARTIMENTO: http://www.digspes.unipmn.it/offerta_formativa.php


A.A. 2011/2012 --- Alessandria

Legislazione dei beni culturali

Modulo di: Diritto amministrativo, dei beni culturali e dell'Unione Europea


Codice GISS: NON COMUNICATO
Settore scientifico: ius/09
Corsi di laureaIl corso si tiene a l'indirizzo: Via Cavour 84, 15121 Alessandria
Titolare del corso:
Crediti: 3
Ore: 20
Anno: 3
Semestre: 2
Organizzazione del corso: Lezioni, Seminari
Modalità di erogazione: Tradizionale
Modalità di frequenza: Consigliata

[English] English Version

. Supporti alla didattica in uso alla docenza

nessuno

. Obiettivo del corso

Il corso si propone di fornire alcuni strumenti essenziali (anche di tipo metodologico) per la conoscenza del vigente ordinamento in materia di beni culturali, sia con riferimento alle funzioni e ai poteri amministrativi per la tutela e la valorizzazione dei tali beni, sia con riguardo ai procedimenti che ne interessano gli interventi e la circolazione.

. Competenze e conoscenze attese

Risultati attesi dall'insegnamento sono la conoscenza degli istituti fondamentali dell'ordinamento dei beni culturali e la capacità degli studenti di reperire, nelle norme di diritto positivo, le soluzioni giuridiche che si pongono in ordine alle questioni che interessano tali beni, avendo acquisito complessiva consapevolezza della cornice normativa e del contesto istituzionale in cui tali soluzioni s'innestano.

. Propedeuticita' del corso

. Programma del corso

1. Principi costituzionali in materia di cultura e di beni culturali e di paesaggio.
2. Evoluzione storica della legislazione: dalle leggi degli Stati preunitari al nuovo Codice dei beni culturali e del paesaggio.
3. Il riparto della potestà legislativa ed amministrativa tra Stato e Regioni alla luce degli artt. 117 e 118 Cost. La distinzione tra “tutela” e “valorizzazione” dei beni culturali.
4. Premesse sui beni pubblici e nozione di bene culturale. La circolazione interna dei beni culturali: i beni demaniali, gli altri beni pubblici, i beni di proprietà privata. La prelazione artistica. Il commercio degli oggetti d'arte.
5. I procedimenti di individuazione: il procedimento di verifica per i beni pubblici e il procedimento di dichiarazione dell'interesse culturale.
6. L'uso, la conservazione e il restauro dei beni culturali.
7. La gestione del patrimonio culturale pubblico e la sua fruizione collettiva: i princìpi sulla valorizzazione dei beni culturali e la legislazione regionale.
8. Nozione e procedimenti di individuazione dei beni paesaggistici, la pianificazione e l'autorizzazione paesaggistica.

. Attivita' di supporto alla didattica

nessuna

. Strumenti didattici

Non è prevista attività di laboratorio

. Bibliografia - Testi d'esame

o È indispensabile la conoscenza dei seguenti testi legislativi, tutti nella versione vigente:
- Costituzione della Repubblica italiana (artt. 9, 33, comma 1°, 116, comma 3°, 117 e 118);
- Codice dei beni culturali e del paesaggio (d.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42);
o A. Crosetti, D. Vaiano, Beni culturali e paesaggistici, terza ed., Giappichelli, Torino, 2011;
o Ulteriore materiale didattico consegnato a lezione.

. Controllo dell'apprendimento

nessuno

. Modalita' e descrizione della verifica

- Prove orali -

-

Studenti
Matricole
Erasmus [English]
  Docenti
Personale TA
Biblioteche
  IFTS
Laureati e Diplomati
Summer School
Esami di Stato
 
ULTIMO MINUTO