COLLEGAMENTO ALLA FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE COLLEGAMENTO ALL'UNIVERSITA' DEL PIEMONTE ORIENTALE  - AMEDEO AVOGADRO

In seguito alla legge Gelmini, dal 01/01/2012 la Facoltà di Scienze Politiche è diventata parte del DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI (http://www.digspes.unipmn.it)
Stiamo provvedendo a trasferire i contenuti di questo sito su quello del Dipartimento.


L'OFFERTA FORMATIVA PER L'A.A. 2012/2013 SI TROVA SUL SITO DEL DIPARTIMENTO: http://www.digspes.unipmn.it/offerta_formativa.php


A.A. 2011/2012 --- Alessandria

Censimento dei beni culturali

Modulo di: Museologia e censimento dei beni culturali


Codice GISS: NON COMUNICATO
Settore scientifico: inf/01
Corsi di laureaIl corso si tiene a l'indirizzo: Via Cavour 84, 15121 Alessandria
Titolare del corso:
Crediti: 6
Ore: 30
Anno: 3
Semestre: 1
Organizzazione del corso: Lezioni, Esercitazioni
Modalità di erogazione: Tradizionale
Modalità di frequenza: Consigliata

MATERIALE DIDATTICO: https://sp.dir.unipmn.it/course/view.php?id=34

[English] English Version

. Supporti alla didattica in uso alla docenza

Calcolatore portatile e PC (collegato in rete per la videoproiezione sugli altri schermi dei PC del centro di calcolo), cartografia di base, sistemi di cartografia automatica e database di archiviazione.

. Prerequisiti al corso

Nozioni di base per l'utilizzo del calcolatore (PC).

. Obiettivo del corso

Obiettivo del corso la comprensione della tematica dei beni culturali e delle sue esigenze analitiche, mostrando i diversi concetti di bene culturale e le diverse modalità di rilevazione del patrimonio culturale.

. Competenze e conoscenze attese

Conoscenza degli orientamenti della tutela e dei principali sistemi di archiviazione dei beni culturali, acquisire abilità specifiche nel trattamento dei dati per l'archiviazione di informazioni sul patrimonio culturale.

. Propedeuticita' del corso

--

. Programma del corso

1. Introduzione alla tematica dei beni culturali: tutela e catalogazione due concetti equivalenti? Per una storia del concetto, beni culturali e standard catalografici (le schede ICCD);
2. Proposte di articolazione del catalogo: l'esperienza analitica realizzata dalle Regioni, con particolare attenzione al sistema di archiviazione della Regione Piemonte Guarini;
3. Fondazione analitica dei problemi di catalogazione: introduzione all'analisi dei dati e ai sistemi informativi geografici;
4. Analisi di casi studio per una indagine sui beni territoriali.

. Attivita' di supporto alla didattica

Il corso potrebbe giovarsi di contributi specialistici (in particolare dell'esposizione di esperienze di ricerca) o di incontri con esperti degli enti coinvolti nella catalogazione dei beni culturali.

. Strumenti didattici

Il corso si svolge presso il centro di calcolo in particolare per permettere la consultazione di materiali didattici, la consultazione di siti internet di enti (ICCD, Regioni Piemonte, IBC Emilia Romagna, Valle d'Aosta, Umbria, Osservatorio Civis del Comune di Genova), l'interrogazione di banche dati anche geografiche, la compilazione di alcune schede di catalogazione, per altre elaborazioni (max. 3 studenti per computer). Per il test informatizzato (max. 1 studente per computer).

. Bibliografia - Testi d'esame

Brani dai seguenti testi:
Oscar Itzcovich, L'uso del calcolatore in storiografia, Franco Angeli, Milano, 1993;
C. Bertelli – C. Giusso, Conservazione delle città vecchie: rilevare Genova medievale, in Atti della Società Ligure di Storia Patria, Nuova serie XXXIX (CXIII) fasc. I, Genova, 1999;
S. Dell'Orso, Altro che musei. La questione dei beni culturali in Italia, Laterza, Bari, 2002;
M. Cammelli (a cura di), Il codice dei beni culturali e del paesaggio, il Mulino, Bologna, 2007;
A. Torre - G. Spione (curr.), Uno spazio storico, Torino, UTET, 2007.

Pubblicazioni elettroniche:
A. Amaturo – M. F. Boemi, Georeferenziazione dell'informazione geografica. Analisi dell'informazione geografica e della sua rappresentazione, 2001
ICCD, Sistema Informativo Generale del Catalogo (SIGEC), Normative catalografiche 3.00, marzo 2004, in
www.iccd.beniculturali.it/Download/normativa/multimediale/versione-300/norme/normative_300.pdf


Georeferenziazione criteri e metodi nella catalogazione dei beni culturali, 2001
www.ibc.regione.emilia-romagna.it/wcm/ibc/pagine/leggereonline/musei_beni_culturali/catalogo_beni/allegati/mancinelli.PDF

Carol E. Brown (traduzione di C. Bertelli), Modulo di apprendimento del database, in http://intra.charta.acme.com:8008/db_tutor/

Codice dei beni culturali e del paesaggio (aggiornato al 2008)
http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1240240310779_codice2008.pdf

. Controllo dell'apprendimento

Attività di confronto e verifica con l'utilizzo di metodologie partecipative come il brainstorming

. Modalita' e descrizione della verifica

- Prove scritte - Prove orali -


La prova finale consiste in un questionario volto a verificare l'apprendimento dei temi affrontati dal corso con particolare attenzione alla conoscenza degli orientamenti della tutela e dei principali sistemi di archiviazione dei beni culturali, alle abilità acquisite nel trattamento dei dati per l'archiviazione di informazioni sui beni culturali. Il questionario articolato in 20 domande a risposta multipla (A, B, C, D) andrà completato in 30 minuti, la prova verrà superata se si risponderà esattamente ad almeno 12 domande, qualora non si superi il test verrà svolta una prova orale.

Studenti
Matricole
Erasmus [English]
  Docenti
Personale TA
Biblioteche
  IFTS
Laureati e Diplomati
Summer School
Esami di Stato
 
ULTIMO MINUTO