COLLEGAMENTO ALLA FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE COLLEGAMENTO ALL'UNIVERSITA' DEL PIEMONTE ORIENTALE  - AMEDEO AVOGADRO

In seguito alla legge Gelmini, dal 01/01/2012 la Facoltà di Scienze Politiche è diventata parte del DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI (http://www.digspes.unipmn.it)
Stiamo provvedendo a trasferire i contenuti di questo sito su quello del Dipartimento.


L'OFFERTA FORMATIVA PER L'A.A. 2012/2013 SI TROVA SUL SITO DEL DIPARTIMENTO: http://www.digspes.unipmn.it/offerta_formativa.php


A.A. 2011/2012 --- Alessandria

Metodologia delle scienze sociali


Codice GISS: NON COMUNICATO
Settore scientifico: sps/07
Corsi di laureaIl corso si tiene a l'indirizzo: Via Cavour 84, 15121 Alessandria
Titolare del corso:
Crediti: 9
Ore: 60
Anno: 3
Semestre: 1
Organizzazione del corso: Lezioni, Esercitazioni
Modalità di erogazione: Tradizionale
Modalità di frequenza: Consigliata

MATERIALE DIDATTICO: https://sp.dir.unipmn.it/course/view.php?id=6

[English] English Version

. Supporti alla didattica in uso alla docenza

Lucidi/slides disponibili sulla pagina web del corso

. Prerequisiti al corso

Sociologia

. Obiettivo del corso

Il corso si propone di fornire i principali strumenti per la definizione e per l'esame critico del percorso che conduce dall'individuazione di un argomento di ricerca empirica alla rilevazione dei dati, esaminandone le caratteristiche metodologiche. Gli aspetti fondamentali della metodologia della ricerca sociale (concetti, indicatori, proprietà, variabili, unità di analisi, etc.) verranno applicati a esempi di ricerca concreti, in modo da consentire lo sviluppo di una competenza metodologica di base. Esempi di tecniche di rilevazione quantitativa e qualitativa verranno esaminati e commentati insieme agli studenti in modo da applicare le competenze di analisi apprese.

. Competenze e conoscenze attese

- Conoscenza e uso appropriato del linguaggio metodologico
- Conoscenza di base dei concetti e degli strumenti propri della metodologia delle scienze sociali
- Conoscenza dei passi fondamentali per l'impostazione di un disegno di ricerca
- Sviluppo di capacità critiche rispetto ad esempi di ricerca concreti relativamente all'adeguatezza degli strumenti di rilevazione dei dati rispetto agli obiettivi dichiarati

. Propedeuticita' del corso

Metodi e Tecniche per la Ricerca Sociale

. Programma del corso

Il corso si articola nei seguenti punti:
1. Introduzione alla metodologia: A cosa serve la metodologia, cos'è la competenza metodologica; linguaggio scientifico e linguaggio naturale; pensiero scientifico e pensiero di senso comune; Durkheim e Weber
2. La ricerca empirica: Livelli e fasi della ricerca; approccio qualitativo e quantitativo
3. Modi di osservazione (1): La ricerca quantitativa. La matrice dei dati; la definizione operativa; indicatori e indici; attendibilità e validità degli indicatori. Tipi di variabili. La struttura tipica di una ricerca quantitativa. L'inchiesta e il sondaggio (il questionario; problemi di rilevazione; il campione; l'errore di rilevazione; la tecnica delle scale; tecniche di somministrazione)
4. Modi di osservazione (2): La ricerca qualitativa. Intervista discorsiva e focus group.

. Attivita' di supporto alla didattica

- Esercitazioni disponibili sulla pagina web del corso, da inviare alla docente per la correzione e discussione;
- Quiz online sulla pagina web del corso, con autovalutazione del risultato.

. Strumenti didattici

Nessun laboratorio è previsto

. Bibliografia - Testi d'esame

I testi d'esame sono costituiti dai volumi indicati, dalle dispense e dai lucidi/slides disponibili sulla pagina web del corso.

La preparazione dell'esame NON può avvenire sulla sola base dei lucidi/slides: i testi sono fondamentali.

Volumi
1) Meraviglia C. (2004), Metodologia delle Scienze Sociali. Un'introduzione, Carocci
2) Roccato M. (2006), L'inchiesta e il sondaggio nella ricerca psicosociale, Il Mulino, solo i seguenti capitoli:
-- I. L'inchiesta e il sondaggio
-- III. Il campionamento
-- V. La costruzione delle variabili
-- VI. Criteri per costruire buoni questionari
-- VII. Le tecniche di somministrazione del questionario
3) Cardano M. (2003), Tecniche di ricerca qualitativa, Carocci, solo i seguenti capitoli:
-- 3. L'intervista discorsiva
-- 5. Il focus group

Lucidi/Slides:
- http://moodle.sp.unipmn.it

Lettura consigliata:
- Marradi A., Torniamo a scrivere (e a parlare) in italiano? Barletta, Club Unesco.

. Controllo dell'apprendimento

A metà del corso si terrà una prova scritta intermedia, composta da due domande teoriche e due esercizi.

. Modalita' e descrizione della verifica

- Prove scritte - Prove orali -

L'esame può essere svolto:
- in un'unica prova, al termine del corso, che consiste in quattro domande teoriche e quattro esercizi;
- in due prove, ovvero la prova intermedia e una prova conclusiva al termine del corso. Ciascuna delle due prove consiste in due domande teoriche e due esercizi. Per sostenere l'esame in due prove, è necessario sostenere la prova intermedia, che dà diritto a sostenere la prova conclusiva in una delle sessioni d'esame dell'anno accademico (entro febbraio 2013).

L'esame orale è facoltativo e può essere richiesto:
- dalla docente, per approfondire alcuni argomenti delle prove scritte in caso di dubbi sulla preparazione dello/della studente/studentessa;
- dalla studentessa/studente, per migliorare il voto conseguito nell'esame scritto.
Quando si sostiene l'esame, sia orale, sia scritto, e ad eccezione della prova intermedia, è necessario iscriversi secondo le modalità usuali dell'iscrizione ad esami.

In qualsiasi caso, il voto conseguito durante l'anno accademico 2011-2012 dovrà essere registrato entro febbraio 2013; dopo questo termine, il voto non sarà più valido, e la/lo studentessa/studente dovrà sostenere nuovamente l'esame.

Studenti
Matricole
Erasmus [English]
  Docenti
Personale TA
Biblioteche
  IFTS
Laureati e Diplomati
Summer School
Esami di Stato
 
ULTIMO MINUTO