COLLEGAMENTO ALLA FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE COLLEGAMENTO ALL'UNIVERSITA' DEL PIEMONTE ORIENTALE  - AMEDEO AVOGADRO

In seguito alla legge Gelmini, dal 01/01/2012 la Facoltà di Scienze Politiche è diventata parte del DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI (http://www.digspes.unipmn.it)
Stiamo provvedendo a trasferire i contenuti di questo sito su quello del Dipartimento.


L'OFFERTA FORMATIVA PER L'A.A. 2012/2013 SI TROVA SUL SITO DEL DIPARTIMENTO: http://www.digspes.unipmn.it/offerta_formativa.php


A.A. 2011/2012 --- Asti

Fondamenti di politica sociale (I modulo)

Modulo di: Fondamenti di politica sociale


Codice GISS: NON COMUNICATO
Settore scientifico: sps/07
Corso di laureaIl corso si tiene a l'indirizzo: Area Fabrizio De André, 14100 Asti
Titolare del corso:
Crediti: 6
Ore: 40
Anno: 1
Semestre: 2
Organizzazione del corso: Lezioni
Modalità di erogazione: Tradizionale
Modalità di frequenza: Consigliata

MATERIALE DIDATTICO: https://sp.dir.unipmn.it/course/view.php?id=55

. Obiettivo del corso

Nell'ambito del modulo integrato
- costruire conoscenza e capacità di orientamento nella complessità delle politiche sociali, in aderenza alle evoluzioni dottrinali ed esperienziali e nelle diverse modalità di applicazione al variare dei contesti
- avvicinare i principali riferimenti teorici nella prospettiva sociologica e di servizio sociale professionale
- fornire gli strumenti di base per comprendere lo sviluppo, la struttura e le prospettive delle politiche sociali in campo europeo, nazionale e locale
- delineare prospettive per un ruolo protagonistico degli Assistenti Sociali nelle politiche sociali a livello locale, prospettive fondate su capacità di pensare e ripensare l'azione nel sociale in quanto connessa ai sistemi di relazione ed in quanto fatto “biopolitico” che deve interessare e pre-occupare costantemente.

. Competenze e conoscenze attese

Acquisizione da parte degli studenti di:
- determinazione della posizione nel contesto politico e socioculturale
- consapevolezza della situazione - correlata sia agli aspetti evolutivi-involutivi, sia a quelli problematici - delle politiche sociali e dei sistemi di welfare; capacità di analizzarne in chiave comparativa le varianti settoriali e territoriali;
- capacità critica, connessa alle definizioni di senso dell'agire professionale nelle politiche sociali e nella rete integrata di interventi e servizi;
- consapevolevezza di essere attori e co-costruttori di una mission nei cambiamenti della società civile, nella garanzia-esigibilità dei diritti di cittadinanza, nei processi di integrazione tra i servizi.

. Propedeuticita' del corso

nessuno

. Programma del corso

Il percorso, integrato con l'insegnamento di legislazione sociale, si sviluppa su quattro direttrici:
Sez. A = Che intendiamo per politica sociale e politiche sociali, per sistemi di welfare
Sez B = Orientamento allo sviluppo storico delle politiche sociali in Italia: elementi essenziali di evoluzione delle politiche sociali prima dell'Unità; i primi atti dello Stato unitario. La sinistra storica. Previdenza e assistenza in Italia fino al primo dopoguerra; l'ideologia fascista dello Stato in sanità, assistenza, previdenza; la nascita in Europa dell'universalismo delle prestazioni; dalla Costituzione repubblicana agli anni sessanta; la via italiana alla sicurezza sociale; elementi di analisi delle fondamentali evoluzioni del quadro politico e normativo; nodi problematici per l'attuazione delle riforme; elementi generali di riferimento alla crisi delle politiche di welfare negli anni ottanta e nei nostri giorni
Sez. C = Modelli di politica sociale: elementi di cornice (il modello residuale; il modello meritocratico-particolaristico-occupazionale; il modello istituzionale-redistributivo di cittadinanza; la dimensione di genere del welfare state; il modello mediterraneo di welfare state; caring regimes, obbligazioni e dipendenze familiari; modelli di famiglia e modelli di welfare; corsi di vita e welfare state, tra fordismo e post-fordismo; trasformazioni demografiche e nuovi bisogni di cura; dalla cura ai servizi di social care; i servizi e le politiche di cura per l'infanzia; i servizi e le politiche di cura per gli anziani); la crisi del welfare state (la crisi globale e le disuguaglianze; le connotazioni della crisi per l'Italia; le criticità del sistema di welfare in Italia; scenari per un possibile rilancio delle politiche sociali; elementi di riflessione teorica sulla crisi del w.s.)
Sez. D = Impegno dei futuri Assistenti Sociali nelle politiche sociali, tra presenza, pensiero, voglia di conoscenza e di impegno ….verso un mission/vision di apocalisse: tre sollecitazioni

. Bibliografia - Testi d'esame

- Dispensa curata dal docente
- Naldini M., Le politiche sociali in Europa. Trasformazioni dei bisogni e risposte di policy, Carocci, Roma, 2006
- Bartolini S., Manifesto per la felicità, Donzelli, 2010

. Modalita' e descrizione della verifica

- Prove scritte -

La prova finale, scritta e della durata di 90 minuti, sarà tesa a verificare le capacità dello studente di orientarsi tra gli aspetti evolutivi-involutivi e problematici, delle politiche sociali e dei sistemi di welfare.
Ciascuno studente, in riferimento ad una batteria di diverse domande che verranno fornite con largo anticipo, ne sorteggerà due che costituiranno oggetto dell'esame.
Durante la prova non sarà possibile consultare testi o appunti.

Studenti
Matricole
Erasmus [English]
  Docenti
Personale TA
Biblioteche
  IFTS
Laureati e Diplomati
Summer School
Esami di Stato
 
ULTIMO MINUTO